Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Vibilità del quartiere, decoro urbano, sitemazione palazzi fatiscenti, sicurezza e miasmi maleodoranti. Osteria della Fontana di Anagni dice basta: via alla raccolta firme dei cittadini

11 dicembre 2017

Maggiore attenzione alla vivibilità del quartiere, diventato sempre più negli ultimi anni un punto di riferimento commerciale e sociale per l'intera comunità: a reclamarla sono i cittadini che risiedono nel popoloso quartiere periferico di Osteria della Fontana di Anagni che da qualche giorno, di propria iniziativa, hanno deciso di dare il via ad una raccolta firme, per manifestare ancora una volta i disagi che subiscono da tempo.
Un segnale di rinascita e voglia di miglioramento che adesso prende corpo nelle richieste di intervento scritte in un documento allegato alle firme aderenti alla petizione. "Le criticità sono tante ed urgenti - spiegano i residenti che si sono fatti carico della raccolta delle firme - si va dalla eliminazione delle barriere architettoniche, problematiche per tanti anziani e disabili, alle strade devastate e pericolose, come la via Casilina che fare tremare i palazzi e le abitazioni ad ogni passaggio degli autoarticolati. Poi l'illuminazione, che in certe zone è del tutto assente; ma in realtà la lista è ben più lunga perché ci sarebbe da parlare anche delle fogne, oppure anche la manutenzione delle aree verdi. Chiediamo misure necessarie ed urgenti per mettere in sicurezza il quartiere e assicurare una certa vivibilità".
Tra le richieste dei residenti anche quella relativa ai miasmi maleodoranti che con cadenza quasi quotidiana appestano l'intero quartiere:

molti residenti del quartiere stanno palesando da tempo un problema che si presenta quasi tutte le sere (tipicamente dalle ore 20,30 in poi) e la mattina presto, quando l’aria diventa quasi irrespirabile a causa di odori acri assimilabili a gomma/plastica bruciata e/o solventi/prodotti chimici. Questa situazione è già stata segnalata dagli stessi cittadini ai Carabinieri, alla Polizia Locale ed agli organi di stampa ma il problema non sembra essersi risolto. Chiediamo, pertanto, l'attivazione di una task-force di coordinamento tra forze dell'Ordine in grado di individuare le cause e la provenienza degli odori in questione.

Tra le richieste dei cittadini anche quella relativa alla sistemazione/asfaltatura definitiva del tratto di strada della via Casilina compreso tra i km 62.000 e 63.500 percorso quotidianamente da migliaia di autoarticolati e veicoli. "L'elevato livello di traffico nella zona, la mancanza di adeguata manutenzione e non idonea posa in opera dell'asfalto nel corso degli anni ha determinato avvallamenti e buche che causano grandi rumori, inquinamento acustico continuo oltre ad impressionati vibrazioni del manto stradale tali da causare crepe sui muri delle abitazioni e situazione di invivibilità indegne di una città civile", si legge nella petizione.

Infine i cittadini di Osteria della Fontana chiedono al sindaco, in qualità di primo rappresentante cittadino, "di farsi carico di intimare ai privati proprietari della struttura fatiscente fronte Rotone il ripristino immediato dei luoghi, la messa in sicurezza dell'area e interventi per il recupero del decoro, della vivibilità e della sicurezza, anche in considerazione del fatto che l'area, circoscritta da anni su suolo pubblico entro una barriera metallica, è infestata di topi e altri animali, pericolosissimi per la salute umana".

I residenti, dunque, chiedono alle Istituzioni non solo di intervenire ma di far sentire la propria presenza. "Si vuole un dialogo costruttivo, questa raccolta firme è l'inizio di un processo, poi nei prossimi mesi valuteremo come agire in base alle risposte che riceviamo", fanno sapere.
Le firme della petizione (qui disponibile in formato .doc) si raccolgono presso il bar Centrale di Roberto Tabacchiera e nel negozio Rosi Gioielli che da poco ha inaugurato la nuova sede, nel pieno centro di Osteria della Fontana.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Alcuni lettori ci segnalano una copiosa perdita d'acqua da un contatore ACEA istallato nell'area esterna di alcune palazzine site in località Finocchieto di Osteria della Fontana, ad Anagni. "Abbiamo contattato il gestore del servizio idrico ma a tuttora non c'è stato nessun intervento". L'acqua, intanto, continua a fuoriscire copiosamente disperdendosi nell'ambiente circostante.
Liquami bianchi e maleodoranti, sversati clandestinamente nei canaletti di scolo di alcuni terreni di località Osteria della Fontana di Anagni: i Carabinieri Forestali effettuano i prelievi per tentare di risalire ai responsabili dell'ennesimo caso di attentato all'ambiente
Bustoni colmi di rifiuti di ogni genere abbandonati in una strada poco frequentata di Osteria della Fontana di Anagni: i Carabinieri li aprono e vi trovano dentro scontrini e altri elementi utili per risalire allo sporcaccione che li ha abbandonati: è il titolare di una pizzeria di Frosinone, residente ad Anagni; per lui scatta la denuncia
Ancora un incidente stradale ad Anagni, in località Osteria della Fontana, lungo la via Casilina, teatro negli ultimi tempi di numerosi incidenti.
Festa di Halloween con tante zucche e tanto divertimento anche al centro ricreativo e culturale dell'oratorio di San Giuseppe ad Osteria della Fontana: continua a leggere...