Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

La memoria dei soldati anagnini caduti durante la prima guerra mondiale è un dovere morale e civile per gli studenti dell'IIS "G. Marconi" di Anagni: portato a compimento il progetto "La Grande Guerra"

Ora centinaia di giovani caduti tra il 1915 e il 1918 hanno un volto e una storia grazie al straordinario lavoro coordinato dalla prof.ssa Alfonsina Anagni - 4 novembre 2019

Il dovere morale e civile della memoria, per leggere il nostro passato nella giusta prospettiva e onorare il ricordo dei caduti con spirito critico e senso civico: un progetto ambizioso e straordinario, quello realizzato dagli studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore "G. Marconi" di Anagni diretto dalla prof.ssa Marilena Ciprani che - in collaborazione con il Comune di Anagni - hanno portato a termine un importante lavoro di ricostruzione della storia di ogni singolo giovane caduto anagnino durante la Grande Guerra, realizzando - per ognuno - una scheda corredata da foto (scattata dal fotografo e docente prof. Giacomo Cestra all'interno del sacrario militare della chiesa di Sant'Agostino di Anagni), anno di nascita e anno di morte, grado e altre informazioni di carattere storico/biografico.
"Abbiamo sentito il dovere di raccontare la storia di questi ragazzi, poiché con il loro sacrificio, la loro dignità e l’onore dimostrato hanno permesso a tutti noi di vivere in libertà, democrazia e pace, e con la speranza di costruire un futuro migliore", spiega la prof.ssa Alfonsina Anagni, instancabile ed appassionata coordinatrice del progetto. Che aggiunge: "dalla nostra ricerca è emerso che la maggioranza di queste persone erano contadini, un discreto numero era analfabeta, alcuni provenivano da nobili famiglie anagnine, molti erano tornati dall'America dove erano emigrati, diversi erano sposati con figli; quindi, si può immaginare il dramma nel veder partire uno sposo, un figlio, o a volte più figli, che lasciavano la casa, la propria terra senza conoscerne la vera motivazione, per andare a combattere".
La città di Anagni, come tutte le altre città d'Italia, del resto, ha versato un elevato contributo come numero di soldati caduti: complessivamente si contano 202 sacrificati, di diversa estrazione sociale come affermato dalla prof.ssa Anagni. Alcuni sono riportati solo sul Monumento di piazza Cavour e non sono riportati nell'Albo. Mentre il Monumento distingue tra Caduti in Combattimento e Caduti in dipendenza della guerra (malattia, prigionia) e tiene conto del grado ricoperto dal militare, nel blog tutti sono riportati insieme in ordine alfabetico.
Per il progetto, gli studenti dell'IIS "G. Marconi" hanno ottenuto la concessione del logo ufficiale delle Commemorazioni del Centenario della prima guerra mondiale da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale. Tale concessione accreditava l’iniziativa quale progetto rientrante nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale.
Un lavoro meritorio, quello degli studenti anagnini, che non si limita a celebrare la ricorrenza del 4 novembre, ma si propone soprattutto di rinnovare il ricordo di questi ragazzi che, quando perirono, avevano la loro stessa età; scorrere i loro nomi nel blog realizzato dagli studenti anagnini, commuove ed emoziona: dietro ogni nome, c'è una vita, una famiglia. Giovani uomini, spesso già padri, che si sono sacrificati per il nostro Paese, per il bene comune, per un ideale di libertà. A 101 anni dalla fine della prima guerra mondiale, gli studenti dell'IIS "G. Marconi" di Anagni ci ricordano di cosa significa essere una nazione in guerra, dell'immane tributo di vite, degli stenti, delle sofferenze patite dai soldati e dalla popolazione civile. Grazie a questo straordinario lavoro di ricerca, possiamo ricordarci anche di quell'Europa unita - nata dopo aver attraversato un secondo drammatico conflitto mondiale - che oggi viene troppo spesso messa in discussione, e che viviamo da oltre 70 anni in pace, libertà e democrazia: un traguardo niente affatto scontato per il mantenimento del quale dobbiamo impegnarci ogni giorno.
-----------------------

Il Progetto "Grande Guerra" è stato progettato ed attuato dall'Istituto G. Marconi come un esperimento di nuova didattica della storia, mirato a suscitare l'interesse e la partecipazione attiva degli studenti attraverso la ricerca delle tracce che importanti eventi storici hanno lasciato sul territorio.

Visitando e fotografando Monumenti, lapidi, cappelle dedicati ai Caduti nei vari Comuni, cercando sull’Albo d’Oro Caduti della Grande Guerra i loro dati, trascrivendo le loro schede, gli studenti hanno avuto modo di verificare in prima persona l’alto costo di vite umane che è stato necessario sacrificare per arrivare alla Vittoria e, di conseguenza, hanno potuto capire quanto sia sempre più importante ed attuale l’esigenza di una cultura di Pace, secondo i dettami dell’art. 11 della Carta Costituzionale.

Il Progetto ha riguardato tutti gli indirizzi e molte sono state le attività realizzate:

- “ Le memorie di inciampo”: installazione temporanea in Piazza Cavour ad Anagni realizzata dagli studenti del Liceo Artistico Indirizzo Design dell'architettura

- L'opuscolo “ La Grande Guerra: Centenario della Vittoria” realizzato in collaborazione con il Comune di Anagni per ricordare tutti i Caduti della Città e curato dagli studenti del Liceo Artistico Indirizzo Grafica.

- Il Blog "100 Anni di storia" - Commemorazionecaduti.altervista.org “: spazio web realizzato dagli studenti dell'Istituto Tecnico Economico Indirizzo Sistemi Informativi Aziendali che potrà essere integrato dagli studenti anche negli anni a venire.

- Convegno "Grande Guerra: Riflessioni, testimonianze, ricordi… per non dimenticare” con allestimento della Mostra documentaria dell'Archivio di Stato di Frosinone. Tenutosi il giorno 24 maggio 2019, ha visto la partecipazione di numerosi esperti ed autorità civili e militari che hanno portato il loro prezioso contributo. Tutti gli studenti e i docenti hanno consentito la buona riuscita dell’evento con installazioni, canti, letture, riflessioni, lavori di ricerca e approfondimento.

Un lavoro corale per una didattica innovativa. Questo vuole essere questo il tratto distintivo del nostro Istituto: affrontare e sviluppare tematiche di ampio respiro in modo interdisciplinare, coinvolgendo tutte le discipline e tutti gli indirizzi, ognuno con la sua specificità. Sarà questo anche l'obiettivo dei prossimi progetti in programma, sui temi delle Migrazioni nell'a. s. in corso e della II Guerra Mondiale per l'a.s. successivo.

prof.ssa Marilena Ciprani, dirigente scolastico

------------------------------------

Per consultare singolarmente le schede dei Caduti di Anagni si può visitare il blog "100 anni di storia", curato dalla studentessa Valentina Giannetti della classe 5 Ragionieri SIA.


TI POTREBBERO INTERESSARE

I giovani studenti dell'Istituto del Liceo artistico "G. Colacicchi" annesso all'Istituto di Istruzione Superiore "G. Marconi" di Anagni hanno colorato, questa mattina, alcuni dei sampietri posti davanti al monumento ai Caduti di piazza Cavour, in vista delle celebrazioni del centenario della fine della Grande Guerra che si terranno ad Anagni i primi giorni di novembre. L'obiettivo, fanno sapere dalla scuola, è di tenere vivo il ricordo di quell'orrore.
Inaugurata, questa mattina, martedì 13 dicembre 2016, la mostra “La Grande Guerra” allestita nella sala convegni della biblioteca comunale di Anagni che si potrà visitare fino al 30 dicembre 2016. Si tratta di una mostra itinerante patrocinata, oltre che dal Comune di Anagni, da Regione Lazio e Ministero della Difesa ed è organizzata dal Sistema interbibliotecario Valle del Sacco in occasione dei cento anni della prima guerra mondiale.
Il Secondo Istituto Comprensivo di Ferentino e l-inizio della Prima Guerra Mondiale del 1915/1918 con la manifestazione "Voci dalla Grande Guerra". L-incontro in via G. Marco e con l-inizio della manifestazione presso l'I.I.S. "Martino Filetico".
La città di Anagni si appresta a celebrare il 4 novembre, giorno dell’Unità Nazionale e giornata delle Forze armate. Una ricorrenza che quest’anno assume un ulteriore significato poiché si celebra anche il centenario della fine della prima guerra mondiale.
Tre le iniziative organizzate dall'amministrazione comunale rispettivamente nell'ambito dei festeggiamenti per gli 80 anni della fondazione della città di Colleferro, in occasione della Festa delle Forze Armate e dei 100 anni della prima Guerra Mondiale. I tre eventi si svolgeranno nei giorni I, 4 e 8 novembre in vari luoghi della città, come da locandina allegata.