Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Non valgono le scuse, né i pentimenti: i Carabinieri denunciano in stato di libertà il 25enne accusato di aver malmenato un uomo in pieno centro. Il giovane, recentemente, è rimasto coinvolto in una maxi-operazione antidroga

1 novembre 2019

A nulla sono valse le scuse, a nulla i pentimenti; il 25enne anagnino che nei giorni scorsi ha picchiato un concittadino 64enne (e non 55enne come erroneamente riferito inizialmente) è stato denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione di Anagni coordinati dal mar. Massimo Crescenzi. Il giovane, già noto alle Forze dell'Ordine per reati legati agli stupefacenti, è stato infatti ritenuto responsabile di lesioni aggravate. Nella notte compresa tra il 25 ed il 26 ottobre scorso, nel corso di una lite scaturita dalla richiesta di una sigaretta negata, il giovane si è scagliato contro il 64enne, "colpendolo - si legge nella nota inviata a questa redazione dal comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Frosinone - con calci e spintoni sino a farlo rovinare a terra". Il 64enne riportava ferite alla testa refertate dall’Ospedale di Frosinone e giudicate guaribili in cinque giorni. I militari, a conclusione delle conseguenti verifiche, anche basandosi sulle dichiarazioni spontanee rese dal giovane anagnino in presenza del suo avvocato ieri, giovedì 31 ottobre, in caserma ad Anagni - hanno raccolto univoci e concordanti elementi di colpevolezza nei suoi confronti che ammetteva le proprie responsabilità dichiarandosi pentito, senza però riuscire ad evitare la denuncia per lesioni personali alla competente Autorità Giudiziaria. Tra l'altro, il giovane risulta coinvolto nella maxi-operazione antidroga denominata "Biscia" per spaccio di droga in pieno centro ad Anagni. Dopo aver ottenuto l'ok del pubblico ministero Alessandro Di Cicco, il GUP ha stabilito per lui una pena, poi sospesa, per un anno.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: 44enne di Rieti tratto in arresto dai Carabinieri di Piglio
49enne di Veroli tratto in arresto dai Carabinieri per il reato di lesioni commesse in Ferentino nel 2013 in concorso con il fratello
Evade dagli arresti domiciliari, 25enne rumeno residente ad Alatri tratto in arresto dai Carabinieri; il giovane è già censito per reati legati agli stupefacenti, lesioni, minacce e maltrattamenti in famiglia
Lesioni gravissime ad un'altra donna: in stato di fermo una donna di origini campane, arrestata dai Carabinieri della stazione di Fiuggi
Roma. I Carabinieri della stazione di Anagni notificano un ordine di carcerazione ad una 44enne di Anagni; la donna fu già tratta in arresto per reati connessi alla droga