Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Furti e tentati furti nelle scuole della città: denunciati in stato di libertà un 31enne ed un 55enne, entrambi di Ferentino

6 novembre 2019

Questa mattina - a Ferentino - i militari della locale Stazione Carabinieri coordinati dal mar. Raffaele Alborino, a parziale conclusione di specifica attività info-investigativa intrapresa a seguito dei recenti furti perpetrati a danno di diverse scuole della città, hanno denunciato in stato di libertà un 31enne ed un 55enne - entrambi di Ferentino - poiché ritenuti responsabili, in concorso tra loro,  del reato di furto aggravato.
Nello specifico, il personale, dopo una serrata e minuziosa attività finalizzata ad acquisire elementi probatori che potessero far addivenire all’individuazione dei responsabili, hanno raccolto una serie di "concreti, univoci e concordanti elementi di colpevolezza" nei confronti dei due, identificandoli quali autori, nell’arco di un mese, dei seguenti furti e tentativi di furti:

-    nella notte del 28 ottobre scorso, del furto ai danni della scuola primaria “Lolli Ghetti”, in via Circonvallazione  durnte il quale venivano asportate le monete contenute all’interno di un distributore automatico di bevande ivi installato;

-    sempre in data 28 ottobre, del tentativo di furto ai danni di alcuni distributori automatici di bevande, ubicati in via XX Settembre;

-    nella notte del 30 ottobre, del furto ai danni dell’Istituto Professionale per Parrucchieri sito in via Antica Acropoli snc, nel quale venivano asportate le monete contenute all’interno di un distributore automatico di bevande installato nonché per i tentativi di furto avvenuti presso lo stesso plesso nelle notti del 7 e 23 ottobre u.s..;

-    nella notte del 4 novembre scorso, del furto perpetrato all’interno della  scuola  “I° Circolo Comprensivo”, sita in via Circonvallazione, durante il quale venivano asportate le monete contenute all’interno di un distributore automatico di bevande ed ivi installato.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Ferentino. Scassinano una cassaforte di una abitazione e rubano dei fucili: sulle loro tracce i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino
Un uomo di nazionalità rumena è stato tratto in arresto, questa mattina, dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'accusa, per lui, è di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, già da tempo separato dalla moglie, durante un incontro le si è scagliato contro malmenandola e lasciandola a terra dolorante. Sul posto sono immediatamente intervenuti i militari ferentinesi che hanno tratto in arresto l'uomo, non nuovo ad episodi del genere.
Sfruttamento e favoreggiamento in concorso della prostituzione; questa l'accusa con la quale due persone, entrambi di Ferentino, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri della locale stazione agli ordini del mar. Raffaele Alborino. Le indagini presero il via già qualche mese fa, a luglio 2015, quando i Carabinieri notarono la donna - una 40enne di Ferentino con problemi di salute - lungo lo stradone ASI, zona notoriamente frequentata da prostitute: per tutta loro durata i militari si sono avvalsi delle sofisticate apparecchiature in loro dotazione.
Un 54enne di nazionalità rumena è stato tratto in arresto in flagranza di reato giovedì mattina dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'uomo, stando a quanto riferiscono i militari, è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni. In evidente stato di alterazione psicofisica ha aggredito per futili motivi la propria compagna convivente procurandole escoriazioni all’altezza del collo refertate dal personale dell’Ospedale Civile di Frosinone.