Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Torna "Acqua de Torrente" al Teatro comunale di Veroli: poesia, musica, amore e soprattutto Anagni

11 novembre 2019

Domenica 24 novembre, alle ore 18:00, nel Teatro Comunale di Veroli, torna uno degli spettacoli più belli ed emozionanti che abbiamo visto ad Anagni in questi ultimi anni: “Acqua de torrente”. Presentato per la prima volta nell’estate del 2017 nel Parco delle Rimembranze in una forma embrionale, e poi portato in scena nella sua interezza l’anno successivo, in una Sala della Ragione affollatissima, “Acqua de Torrente” è lo spettacolo che forse descrive in maniera più poetica e sentimentale quell’Anagni del secondo dopoguerra, sospesa a metà fra la tradizione rurale ancora viva e la nascente industria, quella che resta nei racconti che ci facevano i nostri nonni, nelle foto in bianco e nero dell’album di famiglia, in certe espressioni dialettali. Ed è proprio il dialetto di Anagni che viene innalzato a forma artistica nei versi di Antonio Viti, poeta anagnino (1917-2001), alla cui vita e produzione letteraria si ispira liberamente la vicenda, una vicenda personale ed intima che narra le strampalate avventure sentimentali del protagonista che, sulla soglia dei trent’anni, decide di sposarsi. Alle poesie di Antonio Viti si mescolano le più note canzoni degli anni ’50, canzoni originali e musiche originali, dando vita ad uno spettacolo leggero ed intenso, ad una storia d’amore senza epoca. In scena Andrea Di Palma, Alessandro Viti, Donatella Santigli, Marco Sartucci, diretti da Velia Viti.
 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Che succede quando le parole di un autore si fondono con la musica? E tutto diventa racconto, magia, commozione, ricordo, respiro di un’epoca? Ce lo hanno spiegato ieri, lunedì 20 agosto ad Anagni, presso la splendida cornice della Sala della Ragione, i protagonisti di “ Acqua de torrente”, spettacolo tratto dalle poesie di Antonio Viti, e portato in scena, con la regia di Velia Viti ed Andrea Di Palma, da Andrea Di Palma, Giovanni Monoscalco, Donatella Santigli, Alessandro Viti, e Marco Sartucci.
Uno spettacolo poetico, leggero ed intenso che vuole raccontare, in una originale forma di teatro-canzone, la società del Lazio Meridionale, più precisamente della Valle del Sacco del secondo dopoguerra attraverso le strampalate avventure sentimentali del protagonista, liberamente ispirato alla figura del poeta ciociaro Antonio Viti.
"L'edificazione della Cattedrale di Anagni": il 22 agosto prossimo all'ombra delle absidi della Cattedrale di Santa Maria Annunziata va in scena lo spettacolo della regista anagnina Velia Viti
"Signor Barnekow e Signora": nella splendida cornice di Casa Barnekow la pièce diretta dalla brava Velia Viti, regista anagnina; appuntamento mercoledì 24 luglio
Anagni. Tanta gente e successo di critica per la pièce "Signor Barnekow e Signora" diretta da Velia Viti; lo spettacolo organizzato dall'associazione Quartiere Cerere