Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. La giunta approva il progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria dell'area adiacente a piazza Innocenzo III: la nota della segreteria del sindaco Daniele Natalia

8 novembre 2019

Dall'ufficio stampa del sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia riceviamo la seguente nota che di seguito pubblichiamo in forma integrale e senza modifiche:

Una Giunta particolarmente importante per la città di Anagni quella di stamattina. Infatti è stato approvato il progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria dell'area adiacente Piazza Innocenzo III. Interessate dagli interventi di manutenzione saranno Vicolo San Michele e Piazza Innocenzo III con l'area sottostante.
I lavori prevedono la riparazione del muro di sostegno di Vicolo San Michele in due momenti: nella prima fase verranno rimosse le attuali puntellature e la rete metallica di protezione così da poter poi procedere alla esecuzione delle sottofondazioni, alla riparazione della fogna, all'eliminazione delle lesioni presenti, al restauro di paramento e copertina per poi ripristinare la superficie di sanpietrini. Nella seconda fase invece l'intervento centrale riguarderà la realizzazione di una nuova fognatura. Spazio anche alle scalinate e murature superiori che saranno riportate a conveniente decoro. A Piazza Innocenzo III e nell'area sottostante verrà invece sostituita l'attuale pavimentazione con l'installazione di nuovi sanpietrini nella piazza e blocchi in pietra lavica nella zona sottostante. Nell'ambito di questi importanti interventi è prevista anche la realizzazione di servizi igienici semi-automatici così da poter rispondere alle richieste di cittadini e turisti di potenziare il servizio di bagni pubblici nelle vicinanze dei principali monumenti della città.
Il sindaco Daniele Natalia, decisamente soddisfatto, dichiara: «L'anno scorso, al momento del mio insediamento, informai assessori e consiglieri della mia intenzione di trovare una soluzione nel più breve tempo possibile alla annosa questioni di Vicolo San Michele, colpevolmente abbandonato a sé stesso nel corso degli anni, e dell'area sottostante Piazza Innocenzo III che è stata, finora, un pessimo biglietto da visita per la nostra città. Una amministrazione che funziona e che ama Anagni aveva l'obbligo di mettere mano a due dei dossier più importanti, la nostra ha preso di petto la situazione e di questo non posso che essere estremamente soddisfatto».
Sulla stessa linea d'onda il consigliere comunale subdelegato alla Manutenzione Alessandro Cardinali (FdI): «Consci del fatto che i residenti di Vicolo San Michele aspettavano da ormai troppo tempo di essere ascoltati dagli enti pubblici, ci siamo attivati per trovare finalmente una soluzione. La situazione di questo storico vicolo era indecente, uno schiaffo per la città, è per questo che questi lavori sono stati programmati ed approvati dalla Giunta, per rispondere ai bisogni dei cittadini e per fare del decoro, della pulizia e della bellezza una cartina al tornasole per il nostro centro storico».
I lavori di Vicolo San Michele e Piazza Innocenzo III approvati fanno parte di una più ampia programmazione di interventi di manutenzione straordinaria promossi dall'amministrazione del sindaco Daniele Natalia e rispondono anche all'esigenza politica di rispettare il programma elettorale della coalizione di governo.

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Non si è fatta attendere la replica di Enzo Colantoni alle affermazioni del Pd di Anagni che, a sua volta, aveva commentato le dichiarazioni di Colantoni di due giorni fa.
Se non terremoto in Giunta, poco ci manca: fonti vicine alla maggioranza guidata dal sindaco Fausto Bassetta fanno sapere, in via ovviamente ufficiosa, che entro mercoledì della prossima settimana è previsto un consistente rimpasto della squadra di governo della città dei papi. Bocche (per ora) cucite, ma sembra proprio che il rimpasto di cui si era parlato per tutta l’estate sia oramai in dirittura d’arrivo. Nessun nome per ora; ma l’orientamento che filtra è quello di una nuova giunta “politica” e non tecnica”. Ovvero, una gratificazione nei confronti degli esponenti più votati alle comunali del 2014. Presto se ne dovrebbe sapere di più.
Giunta tecnica sì, ma scelta per le qualità e non per le “amicizie e parentele”. Altrimenti si fallisce “miseramente”. Questo il parere dell’Idv sulle fibrillazioni della politica di Anagni.“Noi dell’ Idv - questa la nota del partito - siamo sempre stati favorevoli alla giunta tecnica, tanto è vero che eravamo gli unici a parlarne già in campagna elettorale, a patto che i tecnici siano scelti per le loro qualità, e non per le loro amicizie e parentele”. Tuttavia il tecnico “è colui che deve realizzare e mettere a sistema ciò che la politica gli indica.
Dichiarazione del sindaco di Anagni, Fausto Bassetta, sulla situazione politica dopo la riunione di maggioranza di lunedì 25 settembre 2017 "Al momento la Giunta non è stata azzerata e nessuna delega assessorile è stata ritirata, tanto è vero che questa sera l'Esecutivo si riunirà regolarmente come ogni settimana. Nella riunione di maggioranza ho ribadito - parlando di un eventuale riassetto della Giunta - che si terrà conto del peso politico e della dignità dei singoli gruppi, soprattutto di quelli che mi hanno sostenuto sin dall'inizio, e che dal punto di vista amministrativo conteranno il rispetto del lavoro finora svolto e la continuità dell'azione amministrativa".
Il Consiglio di Stato dà ragione al Sindaco e all’Amministrazione comunale sulla legittimità della composizione della Giunta. Il ricorso presentato dal Comune contro la sentenza del Tar Lazio dell’11 settembre 2013, sulla mancanza di un assessore donna nella Giunta comunale, (sentenza peraltro subito sospesa dallo stesso Consiglio di Stato e quindi mai eseguita) è stato accolto, decretando la piena legittimità della Giunta comunale operante a Colleferro.