Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Terremoto, sopralluoghi congiunti di Provincia e Ordine Ingegneri Frosinone: inviata comunicazione ai sindaci per disporre l’ordinanza di chiusura per domani

8 novembre 2019

 
In conseguenza dei continui eventi sismici che, dalle scorse ore, stanno interessando l’Abruzzo e zone limitrofe al territorio ciociaro, l’Amministrazione provinciale ha predisposto una serie di ispezioni visive negli edifici scolastici superiori.
 
A tal proposito ha inviato una comunicazione a tutti i sindaci dei Comuni nei quali insistono le strutture che ospitano gli istituti superiori di secondo grado (Alatri, Alvito, Anagni, Arpino, Cassino, Ceprano, Ferentino, Fiuggi, Frosinone, Isola del Liri, Monte San Giovanni Campano, Paliano, Pontecorvo, Roccasecca, Sora, Veroli e al Commissario straordinario del Comune di Ceccano), nella quale si chiede ai primi cittadini di predisporre l’ordinanza di chiusura dei suddetti istituti anche per la giornata di domani, sabato 9 novembre.
 
In virtù dei controlli da effettuare, per poter consentire la riapertura dei plessi in condizioni di sicurezza, e in considerazione della carenza di personale dipendente dell’Ente di piazza Gramsci, il Settore Edilizia Scolastica della Provincia ha chiesto e ottenuto il supporto dell’Ordine degli Ingegneri di Frosinone, affinché professionisti qualificati possano effettuare ispezioni visive nelle scuole.
 
Una collaborazione preziosa, quella dell’Ordine degli Ingegneri, al fine di rendere più rapido l’iter dei sopralluoghi che saranno effettuati entro il prossimo week-end, in modo tale che, in assenza di particolari situazioni di rischio e/o pericolo, le scuole possano riprendere la loro attività già dall'inizio della prossima settimana.


In seguito alla comunicazione inviata dall’amministrazione provinciale ai sindaci (nella quale si chiedeva ai primi cittadini di predisporre l’ordinanza di chiusura degli istituti superiori di secondo grado anche per la giornata di domani), il sindaco di Anagni Daniele Natalia e quello di Ferentino hanno annunciato un’ordinanza di chiusura degli istituti superiori di secondo grado della città per domani, sabato 9 novembre. Eventuali altri paesi i cui sindaci nel corso della serata prenderanno la stessa decisione verranno di volta in volta aggiunti a questo post.
 


TI POTREBBERO INTERESSARE

La Regione Lazio ha varato un nuovo bando da oltre 1,7 milioni per il sostegno ai sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale dei cammini di spiritualità, nell’ambito del progetto “Arte sui Cammini”. Una misura per avviare e sostenere una nuova fase di valorizzazione dei territori interessati dagli itinerari dei cammini di fede, più orientata, rispetto alle precedenti esperienze, all’arricchimento qualitativo del cammino e dei paesaggi attraversati.
L’Assemblea dei Sindaci ha approvato a maggioranza con 33 voti a favore e 16 contrari (pari alla rappresentanza di 288.260 cittadini contro 109.598) la risoluzione del contratto di gestione idrica con Acea Ato5.
E' stata di magnitudo 3.9 la scossa di terremoto con epicentro a Pizzoli, in provincia de L'Aquila, distintamente avvertita anche in Ciociaria, specie nei Comuni attorno a Sora, Veroli, Cassino e Isola del Liri. Il sisma è stato localizzato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle seguenti coordinate: latitudine 42.46; longitudine 13.36. L'evento sismico non ha provocato danni.
Centro storico paralizzato a Frosinone dove sabato mattina si è disputata la tredicesima edizione del "Giro della Valle del Liri", regolarità Asi a strumentazione libera, per auto storiche, organizzata dal Camef - Circolo Auto Moto d'Epoca Frusinate. L'evento, su due tappe, prevede prove cronometrate a Frosinone, Alatri, Veroli, Sora, Fiuggi, Lago di Canterno, Isola del Liri. La manifestazione sarebbe perfettamente riuscita se si fosse studiato un percorso alternativo per i normali automobilisti che, non essendo a conoscenza della manifestazione, si sono riversati in strada; tra questi, ce n'erano molti che stavano prendendo parte ad un funerale e che hanno dovuto attendere almeno un'ora prima che il traffico defluisse e lasciasse passare il corteo. Disorganizzazione allo stato puro.
Terremoto in Abruzzo: la scossa avvertita fino a Roma e Napoli. Pochi danni - qualche intonaco caduto a Sora - tanta paura e centinaia di chiamate ai numeri d’emergenza. Scuole chiuse in mezza provincia