Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Provincia, completate le ispezioni in tutti gli istituti scolastici superiori. Nessuna particolare criticità: da domani possono riprendere le lezioni

Pompeo e Quadrini ringraziano gli Ordini di Ingegneri e Architetti per la collaborazione - 10 novembre 2019

Sono terminate nella mattinata odierna le ispezioni visive nelle strutture che ospitano gli istituti di istruzione di secondo grado della provincia di Frosinone.

Grazie a una task-force di funzionari e tecnici dell'Amministrazione provinciale, Ordine degli Ingegneri e Ordine degli Architetti, che hanno fornito collaborazione e supporto all'Ente di piazza Gramsci, è stato possibile verificare che il sisma del 7 novembre scorso, e le altre scosse dei giorni seguenti, non hanno provocato danni o situazioni di rischio negli stabili.

Unico caso, che però non riguarda l'aspetto strutturale, è quello di due aule dell'Istituto 'Cesare Baronio' di Sora per un problema legato a un tramezzo, del quale la dirigente scolastica era già a conoscenza: per questa ragione entrambe le aree dovranno restare interdette all'utilizzo, sì da permettere l'intervento di ripristino delle normali condizioni di sicurezza.

A conclusione delle ispezioni, dunque, e in considerazione dell'esito negativo per quanto concerne situazioni di pericolo o rischio, da domani le lezioni potranno riprendere regolarmente in tutti gli istituti superiori del territorio provinciale.

 

"Un doveroso ringraziamento – commentano il presidente Antonio Pompeo e il consigliere provinciale delegato all'Edilizia scolastica, Massimiliano Quadrini – va all'Ordine degli Ingegneri e degli Architetti per il loro preziosissimo lavoro di supporto nelle operazioni ispettive sulle scuole: in questo modo, è stato possibile verificare, in tempi rapidi, la sussistenza delle condizioni di sicurezza necessarie per permettere la riapertura di tutti i plessi. Chiaramente ringraziamo anche i nostri funzionari e i tecnici che hanno coordinato le attività e reso possibile il completamento del lavoro nella giornata di oggi. Garantire scuole sicure ai nostri ragazzi – concludono – è da sempre una delle priorità della nostra agenda e in una situazione di particolare criticità, come questa, diventa il dovere primario di qualsiasi amministrazione".



TI POTREBBERO INTERESSARE

Provincia di Frosinone epicentro di una scossa di terremoto poche ore fa.
Un terremoto di magnitudo (Ml) 2.4 è stato avvertito questa sera 29 settembre 2014 in buona parte dell'area nord della provincia di Frosinone (Anagni, Ferentino, Supino, Morolo, Porciano, etc.) alle ore 20:54:55. Continua a leggere...
Una scossa di terremoto è stata avvertita distintamente alle ore 21.58 in tutta la provincia di Frosinone e nei Comuni a sud di Roma; l'epicentro è stato localizzato a otto chilometri di profondità nei pressi del paese di Scurcola Marsicana, in provincia de L'Aquila, a sei chilometri a nord di Morfasso. Al momento non si segnalato danni a cose o a persone.
Un terremoto di magnitudo ML 2.9 ha avuto domenica pomeriggio alle ore 18.29 nella provincia Frosinone; l'epicentro è stato individuato dalla Sala Sismica di Roma dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia alle coordinate geografiche (lat, lon) 41.6, 13.68 ad una profondità di 11 km. Non risultano esserci danni a persone o cose.
Una forte scossa di terremoto è stata avvertita in molte regioni centro-meridionali, compresa la provincia di Frosinone. La scossa alle 23.48 è stata percepita chiaramente in tutta la Ciociaria. La scossa di magnitudo 4.7 è stata registrata nel territorio con epicentro a 6 km a sud di Montecilfone e una profondità di 19,3 km.