Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Prevenzione tumore al seno: torna in tutto il Lazio "Ottobre Rosa": dove andare a fare le visite senologiche gratuite e le iniziative da non perdere per sostenere la campagna di prevenzione

24 settembre 2019

Anche quest'anno torna Ottobre Rosa, il mese della prevenzione del tumore al seno! In questo mese il programma di prevenzione è esteso anche alle donne nelle fasce di età 45-49 anni, cioè quelle non comprese nella fascia garantita dal programma di screening attivo tutto l'anno. Per tutte le info vai su salutelazio.it

Prende il via come ogni anno nel Lazio Ottobre Rosa, il mese della prevenzione dedicato alle donne con una campagna con iniziative importanti di informazione sul tumore al seno. Un fitto programma di iniziative e percorsi interamente dedicati alle donne esteso anche alle donne nelle fasce di età 45-49 anni, cioè quelle non comprese nella fascia garantita dal programma di screening attivo tutto l'anno.
A poco meno di 53mila donne lo scorso anno è stato diagnosticato un tumore al seno: centoquaranta italiane ogni giorno devono affrontare un nemico che fa ancora paura, ma molto meno rispetto al passato. I casi sono sempre di più, infatti, ma perché le diagnosi sono sempre più precise e tempestive: crescono soprattutto i tumori individuati quando sono molto piccoli e quindi più facilmente curabili, così la mortalità per carcinoma mammario è in continuo calo e la sopravvivenza in aumento, tanto che fra le under 55 si arriva al 92 per cento.

“I progressi nella ricerca hanno determinato negli anni una crescita continua delle percentuali di sopravvivenza, evidenziando in particolare l’importanza di una diagnosi precoce. Per questo motivo la sensibilizzazione rappresenta un aspetto fondamentale nel processo di cura – dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti (nella foto) presentando le iniziative in programma per Ottobre Rosa – è importante lanciare un invito a tutte le donne affinché si rivolgano con fiducia alla Rete senologica del Lazio.

Lo scorso anno sono state effettuate, all’interno del programma di screening per il tumore della mammella, 159.316 mammografie ed identificati 570 tumori maligni in donne asintomatiche. Sempre l’anno scorso – aggiunge Zingaretti – solamente nel mese di ottobre grazie alla campagna di Ottobre Rosa nel Lazio sono state effettuate 8.700 mammografie facendo registrare un lieve aumento rispetto all’anno precedente. La campagna di screening per il tumore alla mammella è estesa anche alle donne tra i 45 e i 49 anni, che non rientrano nei percorsi organizzati attivi tutto l’anno.

“Nella Regione Lazio – spiega l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria, Alessio D’Amato – abbiamo una rete dei centri senologici specializzati che risponde ai più elevati standard con professionisti molto qualificati ai quali si affianca un mondo del volontariato straordinario. L’obiettivo è quello di essere vicini alle donne e costruire una rete di accoglienza e supporto in un periodo molto difficile nella loro vita come quello della malattia”.

I Programmi di Screening consistono in percorsi organizzati di prevenzione e diagnosi precoce e sono attivi tutto l’anno. La Regione Lazio, attraverso le sue ASL, offre 3 percorsi di prevenzione gratuiti alle persone comprese nelle seguenti fasce d’età: donne 25-64 anni per la prevenzione del tumore del collo dell’utero; donne 50-69 (volontario fino a 74 anni) anni per la prevenzione del tumore della mammella; donne e uomini 50-74 anni per la prevenzione del tumore del colon retto.

Viene spedita a casa una lettera d’invito con un appuntamento prefissato dalla ASL di appartenenza per effettuare il test di screening; l’appuntamento può essere modificato telefonando al numero verde indicato nella lettera.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.regione.lazio.it oppure su Salutelazio.it


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Ottobre rosa", mese della prevenzione sul tumore al seno: ad Osteria della Fontana di Anagni un'importante iniziativa organizzata dall'associazione "Diritto alla Salute"
In occasione delle iniziative promosse nell’ambito dell'iniziativa "Ottobre Rosa" l'associazione "Diritto alla Salute", in collaborazione con l’amministrazione comunale di Anagni, ha organizzato un incontro rivolto alla cittadinanza sulla prevenzione del tumore al seno. All'iniziativa, che si svolgerà giovedì 25 ottobre alle ore 17.00 presso il salone delle conferenze della biblioteca comunale "A. Labriola" di via G. Garibaldi, sarà presente la dott.ssa Valentina Viti, biologa nutrizionista, che parlerà ai presenti di come è possibile prevenire i tumori al seno grazie ad uno stile di vita attivo e ad una corretta alimentazione.
Ottobre rosa per la prevenzione del tumore al seno: il Comune di Ferentino illumina la "Vittoria Alata"
Lotta contro il tumore al seno: nel centro storico di Anagni una passeggiata di sensibilizzazione patrocinata dal Comune di Anagni e organizzata in favore dell’Associazione “Komen Italia”

Porta Cerere, la splendida porta storica d'ingresso di Anagni, diventa "tricolore"

Dopo essere stata inondato di luci rosa per il mese della prevenzione del tumore al seno, il monumento viene ora illuminato con i colori della Bandiera nazionale italiana
Porta Cerere, la splendida porta storica d'ingresso di Anagni, diventa "tricolore". Dopo essere stata inondato di luci rosa per il mese della prevenzione del tumore al seno, il monumento viene ora illuminato con i colori della Bandiera nazionale italiana