Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni, Casapound se la prende con il sindaco e con l'assessore alla Cultura: "soldi spesi male per Festival e San Magno"

30 agosto 2014



Nota polemica - per usare un eufemismo - quella pubblicata sul proprio profilo Facebook da Casapound Anagni; nel mirino del movimento politico di destra, ad Anagni capitanato da Valeriano Tasca, ci sono il sindaco di Anagni Fausto Bassetta e il suo vice, la prof.ssa Marilena Ciprani che è anche assessore alla Cultura.
"Mentre l'associazione Tac System, che a noi sembra aver fatto rientrare praticamente tutta la vecchia guardia organizzatrice degli eventi dei passati anni sotto la giunta Noto, viene elogiata per non si sa quali meriti visto il flop di questa estate, oggi la Pro-Loco senza un euro ha fatto un iniziativa di grande portata turistica. Ci sentiamo di ringraziare tutti i volontari e chi, giornalmente, spende il proprio tempo i propri soldi per ridare lustro alla Pro-Loco. Mentre consigliamo a Bassetta di rivedere le posizioni dell'amministrazione in merito alla Pro-Loco, di riattivare la convenzione con la stessa e di farsi un bell'esame di coscienza per come sono stati gestiti i soldi pubblici in merito alle festività di San Magno e in merito al Festival del Teatro medievale e rinascimentale".

Alla voce dei membri di Casapound si aggiunge quella del suo rappresentante cittadino, Valeriano Tasca che spiega: "sarà anche una casualità. Ma di certo la presenza di ex consiglieri comunali sul palco e di amici di un consigliere comunale che entravano in Pro Loco affermando di appartenere alla Tac System, fa pensare ad un chiaro collegamento con chi organizzava gli eventi nelle passate edizioni solo stando dentro la Pro Loco. Siccome oggi certi elementi in Pro Loco non ci sono più, ad essere maliziosi, si può pensare che la Pro Loco sia stata messa da parte dal Comune".


nella foto in alto gli attivisti di Casapound mentre occupano la struttura che ospita la Pro - Loco il 3 luglio del 2013

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Un Festival “diverso”. Realizzato in un luogo “perfetto” per lo spirito della rassegna. E che potrà riportare Anagni all’attenzione nazionale “che merita”. Ha presentato così, mercoledì 15 luglio, Fausto Bassetta, sindaco di Anagni, la 22esima edizione del Festival del Teatro medievale e rinascimentale. La conferenza di presentazione ha visto, tra gli altri, la presenza dell’assessore alla Cultura Marilena Ciprani, del direttore artistico Arnaldo Colasanti e di tanti rappresentanti delle associazioni che hanno contribuito a realizzare il festival. Cosa che ha rimarcato subito la Ciprani, parlando di “coinvolgimento” di tutti per “connettere il festiva la tutta la città” e per creare un “radicamento”. Un festival “totale, con le giornate piene di iniziative dalle 18 alle 24 ogni sera, anche per stimolare gli spettatori a rimanere”.
Profili e pagine legati a Casapound chiuse da Facebook, tra queste anche quella di Casapound Frosinone e il profilo privato del consigliere comunale di Anagni Valeriano Tasca
Il comunicato stampa del Comune di Anagni sulla presentazione della XXII edizione del Festival del Teatro medievale e rinascimentale di Anagni; grazie a Daniela Pesoli. Continua a leggere.
Da Valeriano Tasca, rappresentante di Casapound Anagni, riceviamo e pubblichiamo integralmente la seguente nota:
Sulla decisione del sindaco Bassetta di votare a favore dell’atto aziendale, riportiamo il parere ( molto critico va da sé) del referente anagnino di Casapound Valeriano Tasca.