Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

La Valle del Sacco scende in piazza: "pretendiamo un futuro privo di inquinamento"; tanti i partecipanti alla manifestazione organizzata dal movimento "Rifiutiamoli" a Colleferro

7 luglio 2018

Tante, tantissime persone in marcia - oggi pomeriggio - per difendere il proprio futuro e quello dei propri figli: prosegue la mobilitazione della gente della Valle del Sacco delle associazioni e dei comitati di cittadini per dire "no" agli inceneritori di Colle Sughero e della discarica di Colle Fagiolara; per promuovere l'avvio di una nuova stagione di programmazione regionale del ciclo dei rifiuti, sostenibile e non impattante dal punto di vista ambientale ed epidemiologico, che veda coinvolti i cittadini di Colleferro e della Valle del Sacco nei tavoli decisionali; per dare il via allla progettazione di una fase di sviluppo sostenibile, alternativo e partecipato del territorio. L’obiettivo della manifestazione di oggi, organizzata ancora una volta dal movimento "Rifiutiamoli" è stato quello di scuotere le coscienze ed evitare che si stratifichi la rassegnazione, tentando di recuperare l’attenzione delle istituzioni preposte. In parte, almeno in questo si è colto nel segno: diversi, infatti, erano le autorità politiche ed istituzionali presenti alla manifestazione di oggi, tutti - insieme ai cittadini - giunti per dire "no" ad un modello di sviluppo malato che sta mettendo a rischio la vita delle persone e dell'intero territorio della Valle del Sacco in nome del profitto e di un modello produttivo insostenibile, a cui ne va opposto necessariamente uno basato sulla giustizia ambientale, la giustizia sociale, la conversione ecologica dell' economia e la qualità della vita. Il corteo, partito nel pomeriggio dalla centralissima piazza Italia, si è snodato lungo la via Casilina fino a raggiungere la zona Scalo dove diversi e significativi sono stati gli interventi dal palco da parte di rappresentanti dei comitati, delle associazione, di esponenti politici o di semplici cittadini.


Manifestazione valle del Sacco, 7 luglio 2018

Vai alla Photogallery

TI POTREBBERO INTERESSARE

Continua la mobilitazione per l'ambiente e contro l'inquinamento; sabato 18 novembre di nuovo tutti in piazza a Colleferro. Il comitato organizzatore: "ci sono ottime ragioni per farlo"
Per il prossimo 4 febbraio alle ore 17.00 nel Centro Anziani di Via Berni a Colleferro l'assemblea permanente di Rifiutiamoli ha organizzato un momento pubblico di informazione sugli inceneritori di Colleferro, sul presidio di Colleferro Scalo con le iniziative di protesta dei cittadini, sulla situazione della società Lazio Ambiente e dei suoi lavoratori, sulla difesa del territorio e il futuro della Valle del Sacco. Questi saranno alcuni dei temi trattati alla luce degli ultimi avvenimenti. Vi aspettiamo alla sala del centro anziani di Via Berni (fronte campo sportivo) a Colleferro.
La mattina di sabato 9 aprile prossimo partirà da Colleferro la terza tappa del “Ciociaria Veleni Tour”, viaggio denuncia attraverso tutti i siti della Valle del Sacco interessati da criticità ambientali e sanitarie. Dopo le due precedenti tappe fatte nella bassa Valle del Sacco della provincia di Frosinone, fino ad arrivare ai confini della Campania, che a ben vedere appare come l’anello di congiunzione tra la “Terra dei Fuochi” casertana e quella che ormai si può chiamare a tutti gli effetti la “Terra dei Veleni” ciociara, il Tour farà tappa a Colleferro per visitare esternamente i numerosi siti industriali attualmente in funzione, le aree dismesse della vecchia exSNIA e i siti con discariche di “fusti tossici” da dove si è sprigionato tutto l’inquinamento chimico delle terre e delle acque del fiume Sacco, cosa che ha determinato la contaminazione dell’intera Valle del Sacco tanto da essere inclusa fra i Siti di Interesse Nazionale per le bonifiche.
La Campagna “RIFIUTIAMOLI! BASTA INCENERITORI!”, in preparazione della manifestazione popolare del 9 aprile 2016 a Colleferro sulla situazione degli inceneritori locali, sui quali pesa la realistica possibilità di un loro ammodernamento (revamping), organizza l’incontro pubblico sul tema “Ambiente, inquinamento e salute: non c’è più tempo da perdere”, relatrice la Dott.ssa Patrizia Gentilini. L’evento consentirà di mettere in risalto la correlazione tra l’inquinamento ambientale e la salute delle popolazioni residenti e ove questi problemi sono significativi di evidenziarne gli effetti devastanti, come nel caso specifico della valle del Sacco, avvelenata da pesticidi contenuti in fusti tossici interrati.
Patrica. Il Coordinamento Interprovinciale Ambiente e Salute Valle del Sacco e Bassa Valle del Liri aderisce alla manifestazione del 22 settembre